Archivio

Archive for the ‘Notizie’ Category

Responsabilità 231 anche alle società “pubbliche”

La società pubblica non può delinquere. È questo il principio che sembra, ad una prima lettura, sotteso al Dlgs 231/2001, che, nel sancire che anche gli enti “possono delinquere” esclude lo Stato, gli enti pubblici territoriali, gli altri enti pubblici non economici e gli enti che svolgono funzioni costituzionali. Eppure, disegno contrario appare la giurisprudenza penale, che ha aperto all’applicazione del decreto alle società pubbliche.

Continua su www.alert231.it

Introdotta anche in Spagna la certificazione dei modelli organizzativi

 

Il 17 maggio scorso, l’AENOR – ente spagnolo di normazione, assimilabile al nostro UNI – ha pubblicato la norma 19601 “Sistema de gestion de compliance penal. Requisito con orientaciòn para su uso”.

La norma permette di certificare i modelli organizzativi ex articolo 31-bis, Código Penal: disposizione che riprende quasi letteralmente l’articolo 6 del Decreto 231.

A pochi mesi dalle linee guida della Procura Generale iberica, pubblicate per favorire la valutazione dei modelli da parte dei magistrati inquirenti, si assiste quindi all’iniziativa – quasi speculare – dell’AENOR, che offre alle imprese un riconoscimento circa l’idoneità dei modelli adottati, valutando precisi requisiti.

La certificazione rilasciata da questo ente terzo e indipendente sarà concessa in relazione a quei modelli che:

– identifichino e valutino il rischio di commissione dei reati;

– predispongano misure e controlli per mitigare gli eventuali rischi rilevati;

– prevedano meccanismi di gestione delle finanze idonei a prevenire i reati;

– contemplino flussi informativi obbligatori verso un organismo di vigilanza;

– istituiscano un sistema disciplinare idoneo a sanzionare le irregolarità;

– impongano una revisione periodica dei modelli;

– creino una cultura etica integrata nel sistema complessivo di compliance dell’impresa.

In base alle citate linee guida, ottenere la certificazione non esimerà in automatico da un’eventuale responsabilità penale: potrà tuttavia apprezzarsi «como un elemento adicional más de su observancia», anche se non sarà sostitutivo della valutazione «que de manera exclusiva compete al órgano Judicial».

Fonte: http://www.aodv231.it/

Sole-24Ore, Gherardo Colombo a capo dell’organismo di vigilanza

L’ex magistrato di Mani Pulite chiamato alla presidenza dell’organismo previsto dalle 231, la legge sulle responsabilità penali delle società. Al suo fianco un ex ufficiale della guardia di finanza e un esperto di sicurezza sul lavoro.

Un ex magistrato di Mani Pulite, un esperto di fisco e di sicurezza sul lavoro nonché un ex ufficiale della Guardia di Finanza. Il consiglio di amministrazione del Sole-24 Ore, impegnato nel rilancio economico e di immagine della società editrice, ha scelto Gherardo Colombo, uno dei protagonisti della stagione di Tangentopoli, per guidare l’Organismo di vigilanza ex legge 231, la legge che vigila sulla responsabilità penali delle società. In sostanza, un segnale verso l’esterno della volontà di voltare pagina dopo quanto avvenuto negli ultimi mesi, con una indagine della Procura in corso e una possibile azione di responsabilità del socio di maggioranza Confindustria nei confronti dei precedenti amministratori, se verranno dimostrate colpe da parte della magistratura.

Il cda de Il Sole-24, guidato dall’ex numero uno di Confindustria Giorgio Fossa, oltre a Colombo, che ne sarà presidente, ha nominato nell’Organismo di Vigilanza anche Arrigo Berenghi e Federico Maurizio D’Andrea. Colombo, una volta lasciata la magistratura ha fatto parte del cda della Rai (dal 2012 al 2015), dal 2012 è presidente dell’Organismo di vigilanza della Banca Popolare di Milano ed è coordinatore del Comitato per la legalità e la trasparenza del Comune di Milano.

Arrigo Berenghi è esperto di fiscalità bancaria e degli enti finanziari, di sicurezza del lavoro e di riorganizzazioni di grandi gruppi societari, tra i quali, il gruppo Ras. Ha poi curato l’acquisizione dell’Ilva da parte del Gruppo Riva. Ha anche svolto attività di formazione e di docenza, in particolare per la Scuola Centrale Tributaria “Ezio Vanoni” del Ministero delle Finanze.

Federico Maurizio D’Andrea, ha fatto parte dall’1981 al 2007 del Corpo della Guardia di Finanza ed è stato responsabile della sezione di polizia

giudiziaria della Gdf presso la Procura di Milano. Dal 2007 al 2015 è stato responsabile della direzione audit di Telecom Italia e a fine 2015 ha assunto la presidenza della Olivetti. Anche lui dal 2016 fa parte del Comitato per la legalità e la trasparenza del Comune di Milano.

Fonte: Repubblica.it

Speciale 231 – strumenti per i professionisti #231

speciale231

Gli strumenti operativi per i professionisti del D.lgs 231/01

1) Alert 231 – lo strumento per essere sempre aggiornato sulle novità D.lgs 231/01
e per accedere alla ricca bancadati con oltre 350 risorse operative

2) Kit 231 – la suite software best seller (centinaia di consulenti la utilizzano)
per realizzare i modelli 231

3) Corso online Esperto ODV 231

4) Corso on line Esperto 231

5) Training Card 231 – tutta la formazione specialistica sul D.lgs 231/01

Eni modifica composizione #ODV #231

 Il Consiglio di amministrazione di Eni ha modificato la composizione dell’Organismo di Vigilanza di Eni SpA (ex D.lgs. n. 231 del 2001) e nominato, sentito il Comitato per le Nomine e il parere del Collegio Sindacale, Marco Bollini, Direttore Affari Legali e Luca Franceschini, Direttore Compliance Integrata, quali componenti interni dell’Organismo di Vigilanza in sostituzione di Massimo Mantovani che ha assunto l’incarico di Chief Midstream Gas & Power Officer. La decisione, si legge in un comunicato, fa seguito alla recente riorganizzazione aziendale che ha visto la creazione, alle dirette dipendenze dell’Amministratore Delegato, di una nuova Direzione Compliance Integrata, separata dalla funzione legale. Gli altri componenti dell’Organismo di Vigilanza sono: Marco Petracchini, Direttore Internal Audit e Domenico Noviello, Executive Vice President Legislazione e Contenzioso del Lavoro, componenti interni; Attilio Befera (Presidente), Ugo Draetta, Claudio Varrone, componenti esterni. Le previsioni del Modello 231 sono state integrate al fine di garantire, nel meccanismo decisionale dell’Organismo di Vigilanza, la prevalenza ai voti espressi dai componenti esterni. 

Il sistema dei controlli interno analizzato dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti

La Fondazione Nazionale dei Commercialisti ha pubblicato un documento di ricerca: “Gli organi di controllo aziendale. I rapporti di collaborazione del “sistema di controllo interno””.

Per scaricare il documento accedi ad Alert 231

JP MORGAN OTTIENE L’ARCHIVIAZIONE DEL PROCEDIMENTO PENALE PER L’ACQUISIZIONE DI ANTONVENETA

La Procura di Milano ha archiviato il procedimento penale aperto, ex D.Lgs. 231/01, contro JP Morgan concernente uno dei filoni di indagine connessi all’acquisizione di Antonveneta da parte di Monte dei Paschi.

Il procedimento penale, originato inizialmente a Siena e poi trasferito a Milano per competenza territoriale, riguarda l’obbligazione convertibile “Fresh”, emessa in funzione dell’aumento di capitale di Banca Monte dei Paschi e sottoscritto da una entità del Gruppo JP Morgan.

Lo studio Perroni & Associati, con un team formato dal managing partner Giorgio Perroni e dal partner Francesco Giovannini, ha ottenuto per JP Morgan l’archiviazione in ordine ai reati di “ostacolo all’esercizio delle funzioni di controllo degli organi di vigilanza” e di “aggiotaggio”.