Archivio

Archive for the ‘Convegni’ Category

Convegno D.lgs 231/01 – reati presupposto, sicurezza lavoro, reati ambientali.

Si terrà a Roma il 16 settembre organizzata da Uniindustria il convegno “Dlgs 231/01 prevenzione degli illeciti gestione del rischio in azienda e corporate governance.
L’esimente. I Reati presupposto. Salute e sicurezza sul lavoro e reati ambientali. Le nuove Linee Guida Confindustria”
Per informazioni:
Affari Legali
06/844991
PerForm
 0775 859 511
Categorie:Convegni Tag:

I potenziali elementi esimenti dei modelli 231 non sempre sono sufficienti

Non sempre i “potenziali elementi esimenti” sono sufficienti per evitare la responsabilità amministrativa. Per dimostrarlo portiamo un caso reale (fonte: puntosicuro.it) , di una realtà produttiva in cui si sono verificati 2 infortuni che hanno determinato gravi lesioni (amputazione di più dita della mano) in due diversi lavoratori, operanti nel medesimo reparto, a distanza di meno di 2 mesi l’uno dall’altro”.

In questo caso ci sono i potenziali elementi esimenti: “presenza di un MOG ex D. Lgs. 231/01 (costituito da codice etico, protocolli/procedure, sistema sanzionatorio); realtà strutturata; presenza di un Organismo di Vigilanza; previsione di procedere a certificare il SGSSL implementato in conformità alla norma BS OHSAS 18001:07”
Nelle indagini a seguito degli infortuni il PM chiede al CTU di valutare se:
– “il MOG adottato è idoneo a prevenire i reati verificatisi;
– il MOG è efficacemente attuato anche in relazione ai poteri di disposizione, controllo e spesa desumibili dall’art. 30 del D. Lgs. 81/08 e dei requisiti richiesti da quest’ultima norma in relazione alla registrazione, le verifiche, l’articolazione di funzioni, idoneo sistema di controllo e quant’altro espressamente richiamato dalle disposizioni indicate;
– la presenza di interesse/risparmio di spesa”.
Il relatore descrive nel dettaglio l’approccio operativo del CTU, gli elementi ricercati e quelli trovati in questo specifico caso ( codice etico, alcune procedure, OdV, sistema sanzionatorio, …).
Tuttavia nella valutazione di diverse procedure si rileva in un caso “una incompleta attività di informazione e formazione del personale relativamente alle procedure relative alla gestione delle specifiche linee di produzione, peraltro risultate incomplete nei loro contenuti, in relazione alle evidenze emerse con gli infortuni”. In un altro caso si rileva “un’incompleta attività di analisi delle cause (richiamo al lavoratore e non intervento sulla causa radice nel primo evento) o peggio un’autodenuncia…(a protezioni installate, dopo il secondo evento, considerazioni sull’ostacolo alla produzione). In entrambi i casi, analisi eseguita violando le tempistiche imposte dalla procedura”.
Insomma vi sono “insufficienti evidenze dell’avvenuta adozione ed efficace attuazione di un piano di formazione dei lavoratori in grado di rendere edotti i lavoratori sui rischi residui presenti e sui contenuti delle correlate specifiche procedure aziendali” e si ricorda, come indicato nell’articolo 30 del TU, che il MOG per avere efficacia esimente deve, ad esempio, “assicurare un idoneo sistema aziendale per adempiere agli obblighi giuridici di valutazione dei rischi e di predisposizione delle misure di prevenzione e protezione conseguenti”.
Per scaricare l’intero documento abbonati al servizio Alert 231

 

Convegno D.lgs 231/01

*********** CORSI ON LINE 231 ***************
Esperto 231
Esperto ODV 231
Diventa un professionista 231 ed entra nel network
Edirama per acquisire nuovi incarichi professionali
*********************************************

Il 22 aprile si terrà a Varese un convegno sulla responsabilità amministrativa delle imprese, sul Decreto Legislativo 231/2001 e sulle nuove opportunità offerte dalla normativa.

Per gestire un’impresa è necessaria un’adeguata conoscenza di tutte quelle norme, leggi e regolamenti vigenti che possono avere rilevanza sulle scelte aziendali. Ad esempio ogni azienda dovrebbe conoscere e saper valutare le conseguenze del Decreto Legislativo n. 231 dell’8 giugno 2001 che ha introdotto il principio di “responsabilità amministrativa”: secondo il D.Lgs. 231/2001 l’azienda è responsabile per i reati commessi nel suo interesse o a suo vantaggio da persone che hanno funzioni di amministrazione o di direzione nonché da persone che ne esercitano, anche di fatto, la gestione e il controllo.
Il D.Lgs. 231/2001 prevede tuttavia anche una sorta di esonero dalla responsabilità qualora siano dimostrabili una serie di condizioni tra cui, in particolare, l’adozione ed efficace attuazione di idonei modelli di organizzazione, gestione e controllo (modelli 231).
E non si può non essere informati anche sulle più recenti novità normative correlate ad esempio ai nuovi reati introdotti, come il reato di autoriciclaggio o alle nuove opportunità come il rating di legalità, uno strumento, approvato nel 2012, con cui l’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato attribuisce un punteggio alle imprese virtuose che hanno un fatturato superiore ai due milioni di euro annui e rispettano una serie di requisiti giuridici e “qualitativi”.

*********** KIT CONSULENTE D.LGS 231/01 *************
Gli strumenti software per realizzare e gestire il modello 231
e tutti gli adempimenti 231
*******************************************************

Per offrire tutte queste informazioni e cogliere le opportunità che la normativa fornisce alle aziende, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) promuove, insieme al Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita dell’Università degli Studi dell’Insubria, il convegno organizzato dal Centro di Formazione AiFOS “Interazioni Europa” a Varese il 22 aprile dal titolo “D.Lgs. 231/01: luci e ombre. La Responsabilità Amministrativa delle Imprese”.

*********** CORSI ON LINE 231 ***************
Esperto 231
Esperto ODV 231
Diventa un professionista 231 ed entra nel network
Edirama per acquisire nuovi incarichi professionali
*********************************************

Il convegno di Varese, punto di partenza di un progetto nazionale di appuntamenti itineranti sul tema, non sarà il solito convegno su argomenti già conosciuti e dibattuti.
Infatti la presenza qualificata di magistrati, di docenti universitari, di avvocati competenti in materia e di esponenti delle associazioni permetterà di riflettere sui vari aspetti complessi collegati tra loro, molti dei quali nuovi.
Materie come l’autoriciclaggio, il rating di legalità, la gestione delle attività e degli incidenti da parte dell’Organismo di Vigilanza generano argomenti innovativi in campi ancora largamente inesplorati e forniscono spunti di fondamentale importanza per costruire il futuro delle Aziende.
E un’idonea chiave di lettura della giurisprudenza applicata può fornire fornisce un chiaro e utile elemento di valutazione sulla reale situazione odierna e sulle tendenze in corso.

*********** KIT CONSULENTE D.LGS 231/01 *************
Gli strumenti software per realizzare e gestire il modello 231
e tutti gli adempimenti 231
*******************************************************

Ricordiamo che uno dei presupposti indispensabili per l’esonero dalla responsabilità amministrativa è il corretto ed efficace svolgimento dei compiti di vigilanza affidati dal D.Lgs. 231/2001 all’Organismo di Vigilanza (OdV).
E a tale organismo, operante in coordinamento con l’ente, pur risultandone autonomo e indipendente, sono attribuiti compiti di verifica, applicazione ed aggiornamento dei modelli di organizzazione, gestione e controllo.

Il convegno di studio e approfondimento “D.Lgs. 231/01: luci e ombre. La Responsabilità Amministrativa delle Imprese”, che ha come slogan “Modelli 231 e Rating di Legalità: oportunità per le aziende”, si terrà dunque il 22 aprile 2015 a Varese dalle ore 09.00 alle ore 18.00, in via J. H. Dunant 3, nell’Aula Magna “Granero-Porati” dell’Università degli Studi dell’Insubria.

*********** CORSI ON LINE 231 ***************
Esperto 231
Esperto ODV 231
Diventa un professionista 231 ed entra nel network
Edirama per acquisire nuovi incarichi professionali
*********************************************

Il programma del convegno:

SESSIONE MATTUTINA
Presiede: Prof. Leonardo Salvemini

Interventi:
– Prof. Leonardo Salvemini, Il principio di precauzione nella “231”

– Dott. Isidoro Palma, I reati finanziari e l’antiriciclaggio

– Avv. Lorenzo Fantini, Come ottenere l’esimente dalla responsabilità: dalla legge alla pratica passando per le sentenze

– Dott. Raffaele Guariniello, I reati ambientali nella “231”

SESSIONE POMERIDIANA
Presiede: Avv. Lorenzo Fantini

Interventi:
– Avv. Giorgio Carozzi, Il valore aggiunto del Modello “231” per le Aziende. Il Rating di legalità

– Avv. Rolando Dubini, L’attività dell’OdV: svolgimento delle riunioni, interviste e ispezioni. Casi aziendali

– Dott. Vincenzo Carlino, La gestione degli incidenti nella logica dell’OdV

– Dott. Raffaele Guariniello, I reati sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro e l’OdV

*********** KIT CONSULENTE D.LGS 231/01 *************
Gli strumenti software per realizzare e gestire il modello 231
e tutti gli adempimenti 231
*******************************************************

A tutti i partecipanti al Convegno, che ne faranno richiesta all’atto dell’iscrizione e avranno superato con esito positivo il test finale di verifica dell’apprendimento, verrà consegnato l’Attestato di Partecipazione, valido per il rilascio di n. 7 crediti di aggiornamento per Formatori della Sicurezza sul Lavoro (area tematica normativa), per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza – RLS e per Coordinatori della Sicurezza, ai sensi del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.

Il Convegno è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Varese per n. 6 crediti formativi.

Il link per avere informazioni e iscriversi al convegno:

I riferimenti per l’iscrizione obbligatoria, per le informazioni sui costi e sul programma:
Centro di Formazione AiFOS Interazioni Europa Srl – Via G. C. Procaccini, 6 – Varese – telefono 0332.283892 – fax 0332.214947 – cell. 340.2425713 – convegni@interazionieuropa.ithttp://www.interazionieuropa.it