Archivio

Archivio dell'autore

Pubblicato il software Ispezione Covid-19

E’ disponibile il nuovo software Ispezione Covid-19, lo strumento per individuare aspetti sanzionabili / non conformi, relativi alle misure anti Covid-19 applicate in azienda relativamente al D.P.C.M. del 26 aprile 2020
Il software simula la verifica effettuata dagli Organismi di controllo, mediante la valutazione della documentazione e dell’applicazione corretta del D.P.C.M. del 26 aprile 2020.

Il software grazie alla bancadati pre-caricata con 83 quesiti e relative misure correttive, consente in pochi secondi, rispondendo (SI/NO/NON APPLICABILE) ai quesiti proposti, di individuare gli aspetti sanzionabili e propone le misure correttive da applicare. Inoltre fornisce un report statistico sulle non conformità rilevate.

ACCEDI ALLA VIDEO DEMO DAL SEGUENTE LINK

Rischio 231 escluso se in regola con i protocolli

ODV e Privacy. Un interessante approfondimento

Il parere del Garante privacy del 12 maggio scorso, in tema di definizione della posizione dell’OdV ai fini della normativa sulla protezione dei dati personali, contiene alcuni passaggi di interesse, in parte non strettamente attinenti al tema per il quale il parere era stato richiesto.

A cura dell’Avvocato Maurizio Arena – Parere_Garante_Privacy_OVD_12_maggio_2020

Linee guida Asso231 Audit documentale conformità Covid-19

Sicurezza lavoro: al via il bando rimborso DPI utilizzati per Covid-19

Al via Impresa SIcura, il nuovo bando attivato da Invitalia che punta a sostenere la continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle imprese di qualunque dimensione, operanti in Italia.

Il bando consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Sono 50 milioni di euro le risorse disponibili (fondi Inail, art 43.1 DL Cura Italia del 17 marzo 2020). 

Impresa SIcura rimborsa l’acquisto di: mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3; guanti in lattice, in vinile e in nitrile; dispositivi per protezione oculare; indumenti di protezione quali tute e/o camici; calzari e/o sovrascarpe; cuffie e/o copricapi; dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea; detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

L’importo massimo rimborsabile è di 500 euro per ciascun addetto dell’impresa richiedente e fino a 150mila euro per impresa.

Il bando di Invitalia prevede 3 fasi:

  1. Le imprese interessate dovranno inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00. attraverso uno sportello informatico dedicato, raggiungibile dal sito di Invitalia.
  2. Sempre sul sito dell’agenzia, seguirà la pubblicazione dell’elenco, in ordine cronologico di arrivo, delle imprese ammesse alla presentazione della domanda di rimborso.
  3. La domanda potrà essere compilata dalle ore 10.00 del 26 maggio alle ore 17.00 dell’11 giugno 2020 sempre attraverso procedura informatica.

I rimborsi verranno effettuati entro il mese di giugno.

Per saperne di più

Nuovo documento: Gestione e controllo ex D.Lgs. 231/2001 nell’emergenza sanitaria

Pubblicato in www.alert231.it nella sezione Documenti la Guida Gestione e controllo ex D.lgs 231/2001 nell’emergenza sanitaria – formato pdf – 12 pagine

Categorie:Alert 231, Covid-19

Rassegna stampa – Sole 24 ore 27/4/2020

Non è stato fornito nessun testo alternativo per questa immagine

Aggiornato KIT ODV – lo strumento per gestire l’attività dell’Organismo di Vigilanza 231

*** SCOPRI L’OFFERTA IN CORSO ****

E’ stato aggiornato Kit ODV, la raccolta di software, modulistica e check list per gestire l’attività dell’organismo di vigilanza (ODV) dei modelli 231.

Il Kit comprende:

1) ODV DOC – il software per gestire l’attività corrente dell’organismo di vigilanza con inclusa la modulistica operativa per ODV in formato MS Word

2) REATI 231 – il software che consente di individuare e gestire le misure di controllo per tutte le aree aziendali e per tutti i reati previsti dal D.lgs 231/01 – Aggiornato agli ultimi reati presupposto

3) INTERVISTE 231 – il software per realizzare in maniera rapida e completa la valutazione rischi per i responsabili di funzione in ambito D.lgs 231/01

4) AUDIT 231 – il software per realizzare in maniera rapida e completa l’Audit/verifica periodica del modello D.lgs 231/01

5) Check list audit Covid-19 per Organismo di vigilanza 231

6) Modulistica per ODV – 13 modelli operativi indispensabili per l’attività dell’Organismo di Vigilanza – formato MS Word

_ Delibera CDA valutazione progetto 231
_ Conferma incarico a professionisti esterni per realizzare il modello 231
_ Conferimento incarico referente CDA
_ Delibera CDA adozione modello organizzativo, codice etico, norma ODV
_ Lettera incarico a membro esterno/interno
_ Dichiarazione sostituzione atto notorietà
_ Comunicazione al personale adozione modello 231 – Download esempio
_ Verbale riunione ODV
_ Programma lavoro annuale ODV
_ Programma interviste al management
_ Modulo segnalazione ODV
_ Dichiarazione da parte del dipendente modello 231 e codice etico
_ Relazione annuale ODV

Perchè acquistare Kit ODV
_ per disporre di strumenti operativi di gestione attività organismo di vigilanza in grado di evitare errori e di ridurre il tempo di lavoro
_ per risparmiare rispetto all’acquisto dei singoli software.

Ordinalo subito con carta di credito su protocollo sicuro PayPal e ricevi i prodotti via email entro 1 ora. Se effettui il pagamento con bonifico bancario ricevi il prodotto entro 24 ore ad accredito avvenuto.
Aggiornamenti e assistenza inclusi per 12 mesi – 2 licenze per software

Categorie:ODV

Pubblicate due nuove video-lezioni su ODV-reati tributari e sulle modifiche ai modelli 213 dovute al Covid-19

Speciale 231: pubblicate su www.alert231.it due nuove video-lezioni su ODV-reati tributari e sulle modifiche ai modelli 213 dovute al Covid-19.

 

Tre nuove sentenze per reati fiscali con ripercussioni sui modelli 231

Immagine

Segnaliamo le seguenti sentenze della Cassazione inerenti i reati fiscali, per la loro ripercussione sui modelli 231 (Fonte: Avv. Maurizio Arena – http://www.reatisocietari.it)

Sussiste l’obbligo di versamento a carico della società consolidante nell’ipotesi in cui quelle consolidate non abbiano provveduto al versamento delle somme dalle stesse dovute a titolo di imposta sul valore aggiunto (Cass, III, 16 ottobre 2019, n. 5513)?

Secondo la Cassazione, l’ente controllante è responsabile per i maggiori debiti di imposta, e per i relativi interessi, riferiti al reddito complessivo globale; mentre l’ente controllato risponde solidalmente assieme all’ente controllante solamente per i maggiori debiti di imposta, o per interessi e sanzioni riferiti alla sua base imponibile.

Sussiste il delitto di autoriciclaggio nell’ipotesi in cui il fornitore emette fatture per operazioni inesistenti, alle quali segue un bonifico della società gestita dagli imputati, allorchè il denaro viene restituito in contanti agli imputati stessi (Cass., II, 25 ottobre 2019, n. 2020)?

La Cassazione ha fornito risposta positiva. Nel caso in esame il provento della frode fiscale realizzata anche dall’imputato in favore di terzi, attraverso la creazione di società filtro cartiere che si interponevano con operazioni fittizie per consentire l’emissione di false fatture, è stato trasferito attraverso bonifici ad una ditta, simulando operazioni commerciali, con causali fittizie. La ditta ha restituito all’imputato gli importi in contante, così portando a compimento un’operazione che, mediante il trasferimento dei proventi illeciti in attività economiche, è stata ritenuta diretta a “ripulire” il denaro in questione.

Può rispondere di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte il legale rappresentante della società incorporante quella che è stata oggetto di accertamento dell’Agenzia delle Entrate (Cass., III, 5 marzo 2020, n. 8959)?

La Corte ribadisce che, in tema di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, gli atti dispositivi compiuti dall’obbligato, oggettivamente idonei ad eludere l’esecuzione esattoriale, hanno natura fraudolenta, ai sensi dell’art. 11 del d.lg. 74/2000, allorquando, pur determinando un trasferimento effettivo del bene, siano connotati da elementi di inganno o di artificio, cioè dalla esistenza di uno stratagemma predisposto per sottrarre le garanzie patrimoniali all’esecuzione. (Sez. 3, n. 29636 del 2 marzo 2018).

Accedi all’articolo completo dal seguente link