Home > Aspetti pratici > Modello organizzativo 231 di una banca – Un caso pratico

Modello organizzativo 231 di una banca – Un caso pratico

Riportiamo l’estratto di un nuovo documento pubblicato in Alert 231 e disponibile agli abbonati, inerente l’attività e l’organizzazione dell’attività dell’organismo di vigilanza di un Istituto di credito.

***********************************************

Il MOG della Banca è strutturato in base ai seguenti principali contenuti:
—descrizione del modello di governo societario della Banca in termini di configurazione organizzativa, organi amministrativi, unità organizzative e comitati;
—finalità e struttura del Modello realizzato, adottato e comunicato;
—approccio metodologico impiegato per le attività di individuazione delle aree sensibili, delle potenziali condotte illecite e dei reati associati, di valutazione dei controlli e di determinazione degli interventi correttivi da adottare per l’eliminazione delle criticità emerse attraverso il miglioramento del sistema di controllo interno della Banca;
—rappresentazione del sistema delle deleghe e firme autorizzate di cui si è dotata la banca;
—descrizione del sistema disciplinare applicabile in caso di mancato rispetto del Modello adottato;
—presentazione del piano di formazione e comunicazione del Modello, sia nei confronti dei dipendenti, sia verso le terze parti che intrattengono rapporti con la Banca;
—composizione, funzione e operatività dell’Organismo di Vigilanza incaricato, inclusi i flussi informativi e le modalità di adeguamento e aggiornamento del MOG;
—descrizione degli strumenti e della documentazione di supporto impiegati e da impiegare per la costruzione del MOG e per il suo efficace mantenimento, aggiornamento e funzionamento nel tempo.

L’Organismo di Vigilanza della banca è un organo dotato di tutti i più ampi poteri necessari a svolgere la seguente missione:
—vigilare sul funzionamento, sull’osservanza e sull’efficace attuazione del MOG;
—garantire l’aggiornamento del MOG in funzione delle evoluzioni organizzative della Banca, nonché della normativa in vigore;
—segnalare e riportare segnalazioni di condotte illecite o potenzialmente tali.
L’Organismo, nell’ambito della propria autonomia e discrezionalità, effettua specifiche attività di controllo al fine di vigilare costantemente sull’osservanza del MOG da parte dei soggetti interni interessati e delle terze parti che intrattengono rapporti con la Banca. Tali attività comprendono:
—controlli periodici mirati alle attività aziendali sensibili ovvero ritenute a rischio di reato ex D.Lgs.231/01, nonché al sistema di controllo interno in essere;
—indagini interne per l’accertamento di presunte violazioni del MOG a seguito di eventuali segnalazioni ricevute o di rilevazioni dirette di comportamenti sospetti o di situazioni anomale.
L’Organismo ha il dovere di riferire in merito all’attuazione del MOG, all’emersione di aspetti critici e alla necessità di interventi modificativi, su base continuativa direttamente al Presidente e al Direttore Generale e su base periodica, almeno semestrale, al Consiglio di Amministrazione con la presenza del Collegio Sindacale.
La durata in carica dell’Organismo è triennale, con scadenza fissata alla data in cui l’Assemblea viene chiamata ad approvare il rinnovo delle cariche sociali.

Puoi accedere al documento integrale abbonandoti ad Alert 231

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...